Argentina verso nuovo default. Allarme FMI: "Debito non più sostenibile"

Bruno Cirelli
Febbraio 21, 2020

L'Istituto di Washington prospetta dunque un nuovo default, che richiederà nuovi "sacrifici" per gli investitori privati esteri, cui potrebbe esser richiesto un "contributo significativo" (haircut o mancato rimborso di parte del valore dei bond). Lo afferma il Fmi al termine della sua missione in Argentina.

Il Fmi aggiunge che intende continuare a collaborare strettamente con l'Argentina e precisa che in occasione del prossimo G20 delle Finanze la direttrice, Kristalina Georgieva, incontrerà il ministro dell'Economia Martin Guzmán "per discutere dei prossimi passi dell'impegno del Fondo" con il Paese. Un appello più che una richiesta, dal momento che i conti sono peggiorati ulteriormente e l'esecutivo sta ancora combattendo per abbattere la povertà che affligge il Paese.

Il governo di Fernandez che ha chiesto tempo per rilanciare la crescita e quindi rimettendo il paese in carreggiata in modo tale da pagare i suoi debiti. Il volume scambiato in azioni ha raggiunto 476,8 milioni di pesos (12,1 milioni di dollari al tasso di cambio del giorno).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE