Coronavirus, Cina: pena di morte per chi nasconde sintomi

Bruno Cirelli
Febbraio 17, 2020

Secondo quanto riportato dal 'Beijing Daily', citando una informativa diffusa da un tribunale cinese, il governo di Pechino vorrebbe punire con la pena di morte chi, in modo intenzionale, nasconda o riporti in maniera incompleta i sintomi del virus.

Sarà reato pure nascondere i viaggi effettuati negli ultimi mesi. Qualsiasi persona che provocherà una ulteriore diffusione del coronavirus Covid-19 è passabile dell'accusa di messa in pericolo della sicurezza pubblica con mezzi pericolosi.

Le sanzioni previste per coloro che commetteranno tali condotte saranno graduate in base al rischio provocato: "in casi estremi" - sottolinea il quotidiano - "i responsabili possono essere punti con dieci anni di carcere, l'ergastolo o la morte". Intanto la Commissione cinese per la salute nazionale ha annunciato oggi, sabato 15 febbraio 2020, il divieto di viaggio su strada, treno e aereo per chi abbia tosse, febbre e altri sintomi d'influenza, con l'obiettivo di arginare l'epidemia.

E non è ancora tutto. "Chiunque si rifiuti di accettare queste misure di prevenzione e controllo dovrà risponderne davanti alla giustizia", è stato reso noto. E al timore del contagio, si aggiunge ora anche la paura di nuove conseguenze...

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE