Cagliari-Napoli, Gattuso: Allan, nessun rancore. Rinnovi? La società sa cosa penso

Rufina Vignone
Febbraio 17, 2020

"Dobbiamo dare continuità. Serve un filotto per essere tornati e non mi fido - ha spiegato il tecnico del Napoli -". Non voglio mettere le mani avanti, ma non possiamo dimenticare ciò che abbiamo combinato. Voglia, passione e una squadra che difende bene. Poi sui singoli: "Allan?".

La gara tra Cagliari e Napoli è terminata con il risultato di 0-1 e Gennaro Gattuso è appena arrivato in sala stampa per commentare la prestazione dei suoi. Ora stanno giocando quelli che stanno meglio. "Oggi bisogna pensare al presente - ha continuato -". Qua stiamo rischiando tanto. "A fine anno si tireranno le somme". "Ma si può arrivare in fondo con obiettivi comuni e poi dirsi serenamente addio". A me non interessano i contratti. Io tecnicamente non ho niente da insegnare a questi ragazzi, ma credo di aver inciso più sulla compattezza di questa squadra. Io non devo gestire un giocatore, ne gestisco 24-25. "Voglio coerenza e rispetto per chi si allena sempre a mille all'ora e sta in panchina". Gli azzurri in netta ripresa dopo le vittorie contro big del calibro di Lazio, Juventus ed Inter, devono però fare i conti con il caso legato ad Allan.

Gattuso che è ricorso anche ad alcune scelte che potevano far discutere, dall'esclusione di Allan dalla lista dei convocati all'inserimento di Elmas nel tridente offensivo al posto dell'acciaccato Insigne.

ALLAN - "Domani è un altro giorno, non si porta rancore e sarò il primo a incitarlo". Lo fa sul campo del Cagliari grazie al gol del ritrovato Dries Mertens.

"Mertens? Fa diventare tutto semplice, quanto viene a legare i reparti semplifica tutto, è un fenomeno". E' un calciatore completo e non sta mai fermo. "Abbina furbizia e qualità". Io faccio l'allenatore, gli addetti ai rinnovi di contratto sono altri. È chiaro che mi hanno già chiesto un parere, sanno come la penso. "Sono dipendente di un'azienda e le decisioni non le prendo io".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE