Precaria scopre il Coronavirus, la ricercatrice molisana Francesca Colavita sarà stabilizzata

Barsaba Taglieri
Febbraio 15, 2020

Si chiama Francesca Colavita, ha 30 anni e viene da Campobasso, il capoluogo della regione Molise.

Il nuovo virus rinominato Covid-19 che sta facendo tremare il mondo è stato isolato in Europa per prime da alcune ricercatrici italiane. Questo allo scopo di potere avere accesso e consultare la graduatoria di vincitori ed idonei al concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di un posto di dirigente Biologo della disciplina di Microbiologia e Virologia.

In seguito ai suoi meriti, l'istituto Spallanzani ha chiesto di poter procedere all'assunzione.

La dottoressa Francesca Colavita ottiene finalmente una svolta in carriera. Nella foto pubblicata sulla pagina dell'assessorato le vediamo in compagnia di Alessio D'Amato, assessore alla salute del Lazio (a sinistra), e Roberto Speranza, ministro della Salute all'epoca dell'annuncio Francesca Colavita era al centro: in questa pagina sul sito dell'ospedale Spallanzani si scriveva che aveva un "Incarico di co.co.co. per l'espletamento di attività di ricerca nell'ambito del Progetto FILAS-RU-2014-1154" per un compenso di 16726 euro (lordi, si immagina).

In particolare la scoperta si deve a tre donne del Laboratorio di Virologia: la responsabile dottoressa Maria Rosaria Capobianchi e le due ricercatrici che hanno attivamente lavorato al virus Francesca Colavita e Concetta Castilletti. "In questi giorni tutto è amplificato, abbiamo avuto successo, ma la ricerca è questa", aveva raccontato la ricercatrice in un'intervista rilasciata a La Repubblica. La ricercatrice, infatti, è stata assunta dall'Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma dopo esser riuscita - grazie anche al supporto di Maria Capobianchi e Concetta Castilletti - a isolare il Coronvirus dopo il ricovero della coppia di turisti cinesi nel nosocomio capitolino. Ha partecipato anche a progetti di sicurezza e cooperazione allo sviluppo in Sierra Leone nel laboratorio installato presso il Princess Christian Maternity Hospital di Freedom.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE