Uefa, Manchester City squalificato dalle coppe europee per due stagioni

Rufina Vignone
Febbraio 14, 2020

Ecco la motiviazione ufficiale: "La Camera ha trovato il club colpevole di aver seriamente infranto le regole del Fair Play Finanziario, aumentando i ricavi da sponsorizzazioni nei suoi conti presentati all'UEFA tra il 2012 e il 2016". Inizia così il comunicato diramato dalla società inglese, dopo la sentenza UEFA che ha escluso il City dalle coppe europee per le prossime due stagioni.

Il comunicato prosegue: "Nel dicembre 2018, il capo investigatore della Uefa ha presentato in anteprima - e pubblicamente - l'esito e la sanzione da consegnare al nostro Club, ancor prima che iniziasse qualsiasi tipo di indagine". Oggi è stata presa una decisione della Camera giudicante indipendente dell'Organismo di controllo finanziario dei club.

La decisione della Uefa sconvolge ulteriormente anche il futuro calciomercato.

Un Pep Guardiola piuttosto adombrato
Un Pep Guardiola piuttosto adombrato

È un bombazo che rischia di diventare fracaso per il Manchester City.

Il club si è detto "deluso ma non sorpreso" e farà ricorso. Il club ha sempre affermato di dover trovare uno strumento di giudizio indipendente e imparziale per poter considerare in modo imparziale la totalità delle prove incofutabili a sostegno della posizione della società. In poche parole, questo è un caso avviato dalla UEFA, perseguito dalla UEFA e giudicato dalla UEFA. "Con la conclusione di questo processo discriminatorio, il Club cercherà di ottenere un processo imparziale il più rapidamente possibile e, pertanto, avvierà il prima possibile un procedimento dinanzi al Tribunale dell'arbitrato sportivo".

Trema quindi l'Europa intera del calcio, visto che negli ultimi anni sono diversi i club che hanno "gonfiato" i ricavi aggirando le norme del Fair Play Finanziario per rispettare i paletti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE