Siria, Cremlino reagisce alle accuse di Erdogan su Idlib

Bruno Cirelli
Febbraio 12, 2020

I curdi sono i mortali nemici dei turchi e il Presidente Erdogan ha deciso di giocare una mossa azzardata: superare con le sue truppe la linea di confine e crearsi una zona- cuscinetto per evitare infiltrazioni terroristiche della minoranza, che da oltre un secolo combatte contro la Sublime Porta. I governativi di Damasco sono ormai avanzati fino alla periferia di Idlib e pare abbiano già ingaggiato combattimenti contro l'esercito turco, confrontandosi con nove delle sue dodici roccaforti, velocemente realizzate intorno alla città. Quando i terroristi di Tahrir al Sham, e le milizie islamiste alleate, sembravano prossime al collasso, è intervenuta la Turchia, che violando nuovamente la sovranità territoriale siriana ha inviato un robusto contingente ad Idlib. Altre 27 mila persone si sono aggiunte negli ultimi quattro giorni ai convogli di sfollati diretti verso nord e ovest, secondo le informazioni fornite dal Coordinamento per la risposta alle operazioni in siria, organizzazione vicina ad Ankara, citate da Anadolu.

Secondo l'ONU, da inizio dicembre l'offensiva siriana ha spinto circa 700.000 persone a lasciare le proprie abitazioni nella provincia di Idlib. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE