Festival di Sanremo: Amadeus commosso durante l’ultima conferenza

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 11, 2020

"Io sono l'uomo più felice del mondo, perché è vero che ho realizzato un sogno, è vero che tutto quello che è accaduto, nel bene e nel male, è quello che desideravo fare fin da agosto". "Gli abbiamo detto che poteva stare in albergo con i nonni ma lui non ha voluto in nessun modo, voleva esserci" ha detto Amadeus nella conferenza stampa sanremese dell'8 febbraio rispondendo a una giornalista che si complimentava con lui per la grande educazione del bambino, mai fuori posto.

Infine Antonio Marano, il presidente di Rai Pubblicità, nel ringraziare Amadeus del successo raggiunto, ha regalato al presentatore un pallone dell'Inter autografato dalla squadra. Un successo, quello di quest'anno, che la maggioranza del campione (77 per cento) vuole rivedere anche nelle prossime edizioni. È stato, per me, anche il festival di quei sani sentimenti che fanno parte della vita di tutti noi.

Ultimo ma non per importanza, il ringraziamento più sentito al compagno di sempre Fiorello: "È una cosa che tutti e due, da amici, non dimenticheremo più". E ancora c'è chi ha aggiunto: "Il figlio di Amadeus ha quasi pogato, idolo"; e "Il piccolo José scatenato sulla canzone di Anastasio, è ufficialmente il mio idolo!" Il conduttore infatti, subito dopo la conferenza stampa e il collegamento con il Tg1, tornerà subito a Milano per vedere il derby Inter-Milan. Con soddisfazione del direttore di Rai1, Stefano Coletta infatti, la raccolta ha superato i 37 milioni di euro. Risultati che possono portare a un Amadeus-bis? "Bisogna sedersi a un tavolo per parlarne, distanziando la decisione da questo meraviglioso risultato. Per me sarebbe auspicabile perché credo che Amadeus abbia fatto un ottimo lavoro di direzione artistica nella scelta della selezione musicale, ma ne dobbiamo parlare con l'amministratore delegato", è stata la replica di Coletta.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE