Nessun italiano infetto su nave crociera - Ultima Ora

Bruno Cirelli
Febbraio 6, 2020

Le autorità sanitarie nipponiche hanno sottoposto a test 273 dei circa 3.700 passeggeri, oltre all'equipaggio.

Macao ha annunciato la chiusura dei casinò per 15 giorni per impedire la diffusione del nuovo coronavirus. L'ambasciata elvetica di Tokyo è in contatto con le autorità giapponesi e segue la vicenda, ha indicato oggi il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) a Keystone-ATS. Lo comunica la Farnesina confermando che sono 35 i cittadini italiani, tra equipaggio e passeggeri, sulla nave da crociera in Giappone dove si sono registrati casi di coronavirus.

Conseguentemente, sono stati decisi ulteriori accertamenti che verranno eseguiti sul soggetto che verrà trasferito e posto in isolamento all'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

La nave da crociera appartiene alla società "Princess Cruises".

Secondo quanto ricostruito dal portavoce del governo giapponese Yoshihide Suga, l'allerta è scattata dopo che un passeggero di 80 anni, sbarcato lo scorso 25 gennaio a Hong Kong, è risultato positivo al Coronavirus. La nave ha lasciato la città giapponese e trascorrerà le prossime due settimane in mare aperto. Lo riferiscono fonti della Farnesina, precisando che non ci sono contagiati né persone che mostrano sintomi tra gli italiani. "Secondo l'ospedale in cui si trova, le sue condizioni sono stabili e non sono state riscontrate infezioni tra i membri della sua famiglia che viaggiavano con lui", ha aggiunto. La stragrande maggioranza delle vittime, 563, arriva dalla Cina (549 nella sola provincia dello Hubei) e due all'estero (uno nelle Filippine ed un altro a Hong Kong).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE