Coronavirus: Hong Kong, quarantena per visitatori Cina

Bruno Cirelli
Febbraio 6, 2020

Lo hanno confermato fonti della Farnesina. Lo studente si trova in Cina per un soggiorno di lungo termine grazie al programma Intercultura. "Non preoccupatevi, sono seguito molto bene", ha detto il ragazzo parlando con i parenti. A quanto pare il giovane non ha però il coronavirus e lo dimostrano i test effettuati su di lui.

In Italia, la task force contro il coronavirus sta lavorando per rafforzare i controlli sanitari su tutti gli scali dei voli provenienti dalla Cina. Il 17enne ha rassicurato sulle sue condizioni. Dunque anche in questo senso il dato è positivo. Lo hanno reso noto le autorità di Pechino precisando che il dato è aggiornato al 3 febbraio.

Sono 635 i pazienti totali dimessi dagli ospedali in Cina dopo essere stati trattati con successo contro il coronavirus: si tratta di 160 guarigioni nelle ultime 24 ore. Lo riporta la Commissione sanitaria nazionale cinese, spiegando che poco più di 100 sono relativi alla provincia dell'Hubei.

La svolta, all'indomani del primo decesso da coronavirus nell'ex colonia e ai casi finora accertati saliti a 21, è maturata al terzo giorno di proteste del personale medico che ha chiesto la chiusura totale della frontiera con la Cina per contenere la diffusione dell'epidemia. Secondo la Cnn si tratta della Diamond Princess ormeggiata nel porto di Yokohama con 2.600 passeggeri e 1.045 membri dell'equipaggio. Al momento in Giappone si registrano 20 casi di contagio da nuovo coronavirus. Lo ha detto il portavoce del governo giapponese Yoshihide Suga.

L'Oms: "Non è ancora una pandemia" - L'Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che l'epidemia di polmonite virale da coronavirus "non costituisce ancora una pandemia". Lo ha annunciato il governatore dell'ex colonia portoghese, Ho Iat-seng.

La casa automobilistica sudcoreana Hyunday ha deciso di sospendere gradualmente la produzione nei suoi impianti a causa della mancanza di componenti in arrivo dagli stabilimenti che ha in Cina.

In Cina diversi tribunali stanno adottando la linea dura nei confronti di chi non aderisce alle regole in un momento di epidemia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE