Brexit, accordo con Ue in vigore da domani

Paterniano Del Favero
Febbraio 2, 2020

Sembra che i fenomeni di razzismo abbiano subito un incremento da quando, nel Regno Unito, hanno iniziato ad arrivare famiglie provenienti dall'Europa orientale.

Boris Johnson, nel pieno del suo entusiasmo per aver raggiunto l'obiettivo, sottolinea però che potrebbero esserci dei piccoli ostacoli per il raggiungimento delle relazioni future tra UE e UK, dichiarando al The Times come sia "nel nostro comune interesse definire un partenariato quanto più stretto e profondo possibile su difesa e sicurezza, circa una cooperazione ambientale, scientifica e culturale". E noi europei siamo fatti così.

Da mezzanotte la Gran Bretagna è un Paese fuori dalla Ue, dopo 47 anni di adesione, sebbene continuerà ad essere integrato nelle strutture della comunità fino al 31 dicembre. Non sono state inoltre previste misure particolari in questo senso dal momento che rimangono in vigore le regole attuali, tra cui quelle in materia di mercato unico e libera circolazione delle persone.

Ammainata a Bruxelles, la Union Jack ha sventolato a più non posso nella grande piazza del Parlamento, riempita da una gran folla di separatisti. Il vero vincitore di questa sera è la democrazia. E' l'atmosfera vissuta ieri a Londra per l'uscita dall'Unione Europea. Ma il matrimonio con Bruxelles è ora finito. Come se si fosse ancora in clima pre Brexit e non post Brexit. Non poteva mancare il contro-evento dell'associazione New Europeans - che difende i diritti dei 3,6 milioni di cittadini Ue che vivono nel Regno Unito e dei 1,4 milioni di britannici in Unione europea (in tutto, 5 milioni) - che davanti a Westminster terrà un corteo silenzioso e una veglia a lume di candela. "Ci sono molti, ovviamente, che hanno un sentimento di ansia e perdita", ha ammesso Johnson in un discorso pre-registrato pubblicato da Downing Street sui social un'ora prima della concretizzazione della Brexit.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE