Bollo auto, tutte le novità: sconti e pagamenti, le cose da sapere

Paterniano Del Favero
Febbraio 2, 2020

Il servizio è disponibile anche online sul sito www.poste.it per gli utenti registrati al sito e per i correntisti BancoPosta e i titolari di carte PostePay.

Per calcolare con precisione il valore del bollo auto da versare è possibile utilizzare i servizi online dell'ACI indicando il tipo di pagamento (prima immatricolazione, rinnovo di pagamento, targa prova, pagamento anticipato, pagamento integrativo, ...), la Regione di residenza dell'intestatario, il tipo di veicolo e la targa.

Fino ad ora le società di noleggio immatricolavano le proprie vetture nelle province autonome di Trento o di Bolzano, dove il bollo auto ha importi più bassi rispetto alle altre regioni italiane. Il risparmio è notevole se pensiamo che in Lombardia la tariffa è di 2,58 €/kw mentre nel Lazio è di 2,84 €/kw.

Come si legge sul sito ACI: "Il servizio calcola l'importo dovuto solo a partire dal 1° giorno del mese successivo a quello di scadenza dell'ultimo bollo pagato".

In una lettera aperta indirizzata ai Ministri dell'Economia e dei Trasporti. l'Aniasa chiede al Governo "di intervenire urgentemente, posticipando l'entrata in vigore della norma, fino a quando non saranno operative procedure che consentano di adempiere all'obbligo".

Per quasi 150.000 clienti (85.000 aziende, 3.200 PA e 60.000 soggetti privati) che utilizzano oltre 1 milione di veicoli a noleggio e residenti in venti regioni con altrettante specifiche regolamentazioni, si tratta di un assurdo passo indietro, l'esatto contrario del concetto di smart mobility; soprattutto in quanto la misura è di complessa applicazione e rischia di produrre pericolosi effetti inattesi.

Il problema, secondo l'Aniasa, è che nel 2020 sono stimate 3.500.000 operazioni di pagamento... "Un provvedimento nato male e gestito peggio, in totale antitesi con la tanto declamata semplificazione amministrativa, che complica la vita del contribuente - evidenzia Massimiliano Archiapatti, Presidente di Aniasa - Ad oggi, risulta anche impossibile, per i proprietari dei veicoli, di effettuare in via informatica i pagamenti per i quasi 700.000 veicoli le cui targhe risultano all'Archivio Nazionale dei Veicoli".

Altre relazioni OverNewsmagazine