Sanremo 2020, Maria De Filippi interviene sulle polemiche

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 27, 2020

Quest'anno la nuova edizione di C'è Posta Per Te è partita davvero alla grande, con ascolti che hanno ampiamente mostrato come ormai il pubblico sia affezionato ad un format di successo.

A farla da padrone sono i sentimenti e le emozioni delle persone che si rivolgono a C'è Posta per Te per chiedere aiuto, per trovare conforto e riuscire a ricongiungersi con un proprio caro, per trovare il coraggio di affrontare vicende sentimentali difficili e per essere supportati umanamente ed emotivamente. E per questo porta in studio con l'aiuto di Maria De Filippi una delle attrici preferite di Francesco, Giulia Michelini.

"Il primo dato fu il 19%, ancora ricordo. Poi il 21. È sempre cresciuto: oggi Pier Silvio Berlusconi, se potesse, lo manderebbe in onda tutto l'anno". L'obiettivo è fare scendere le lacrime anche a lei, che in televisione, quando recita, appare così fredda e spietata. Chi ci sarà nel terzo appuntamento? Hanno molto in comune per certi versi. "Non è mai presuntuoso, non è mai il conduttore invadente o invasivo, la sua non è mai una predica e per questo la gente lo segue".

Infine, la conduttrice stessa si sofferma sulla stessa questione toccata in questi giorni dalla giornalista Lilli Gruber, mostrandosi dispiaciuta del fatto che le donne e gli uomini non vengano pagati ugualmente, nemmeno nel momento in cui viene svolto lo stesso lavoro. Angela lo sento simile, poi fa tutt'altro genere. Il mio programma è nazional-popolare, l'accesso è più facile. Sorprese che spesso vengono accompagnate da un ospite speciale. Angela lo devi voler seguire, deve interessarti.

"Fa impressione ultimamente considerare quanto bisogna stare attenti quando si parla per non essere fraintesi". Io non penso che Amadeus sia sessista o maschilista. Ma dobbiamo anche essere noi donne più solidali, lo siamo poco.

Ultime battute poi dedicate al Festival di Sanremo. Non mi sono resa conto, altrimenti avrei aggiunto che io non facevo il direttore artistico, che non mi ero occupata di quello che poi andava in onda ma che semplicemente, avevo dovuto scegliere cinque vestiti da indossare. La conduttrice si è espressa diplomaticamente sulla bufera abbattutasi su Junior Cally:"Ho avuto un caso simile ad Amici, con Skioffi. Alla fine è rimasto: io credo che la componente artistica conti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE