Musei: 55 milioni ingressi nel 2019, frena maltempo - Ultima Ora

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 27, 2020

"Risultati straordinari" per il ministro Franceschini, che sottolinea: "Ora avanti sul percorso dell'innovazione ". Oltre 7,5 milioni di visitatori per l'Anfiteatro Flavio, in cima alla classifica.

Anche nel 2019 il Colosseo resta la meta culturale preferita con oltre 7,5 milioni di visitatori, seguito dagli Uffizi con 4,4 milioni di ingressi e dagli scavi di Pompei con circa 4 milioni di presenze, 160mila in più del 2018. Il calo è stato attribuito alle ondate di maltempo "che hanno penalizzato i parchi archeologici e siti all'aperto". "A qualche anno dalla riforma dei musei i risultati straordinari si vedono sempre di più grazie al lavoro dei direttori e di tutto il personale". Più incassi vogliono dire più risorse per tutela e ricerca, servizi museali.

Un'importante crescita è stata registrata anche dai musei della città di Napoli, che vede come primo della città il Museo di Capodimonte che ha avuto un incremento del 34%, con una crescita di quasi 253.000 visitatori, entrando nella top 30 scalando quattro posizioni in classifica. Le situazioni più deludenti riguardano la Reggia di Venaria (che perde 120 mila visitatori), la Reggia di Caserta (- 125 mila persone) e a Firenze le Gallerie del Bargello (che perdono 60 mila visitatori). In totale, la top 30 dei musei e parchi archeologici in Italia possono vantare solo nel 2019 quasi 30 milioni di visitatori, cioè un incremento del 2,4% circa 700.000 rispetto al 2018. Ebbene chi ha consentito il restauro integrale del Colosseo? Tra le regioni, infine, si conferma il primato del Lazio, regina assoluta della top, seguita dalla Campania che con il successo ritrovato di Pompei e il nuovo appeal di tanti istituti napoletani ha ormai strutturalmente scavalcato la Toscana, terza davanti alla Lombardia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE