Virus Cina, un caso sospetto a Bari: donna rientrava da Wuhan

Barsaba Taglieri
Gennaio 23, 2020

Una cantante barese, di ritorno da un tour orientale, ha accusato sintomi sospetti riconducibili al coronavirus che da Wuhan si sta diffondendo in Cina.

Il virus cinese ormai è in Europa, e anche in Italia. Come previsto dal protocollo predisposto dal Ministero della Salute, i campioni biologici della paziente saranno inviati all'istituto Spallanzani di Roma per le analisi.

"In data odierna l'Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Bari ha segnalato agli organi competenti un caso di sospetta infezione da coronavirus 2019-nCov". Dalla scorsa notte è quindi ricoverata nel reparto malattie infettive del Policlinico di Bari in isolamento, in attesa di accertare se si tratti del pericoloso virus. La donna sarebbe arrivata al Pronto soccorso con sintomi apparentemente influenzali, quali febbre, raffreddore e tosse. Un caso sospetto di Coronavirus al Policlinico di Bari. Sono state adottate tutte le procedure di prevenzione previste. Lo riportano i media britannici, citando Jürgen Haas, responsabile dell'unità di medicina infettiva all'Università di Edimburgo. I casi di contagio in Cina sono ora 649, di cui 444 nella provincia di Hubei dove nel capoluogo Wuhan si sono verificati i primi episodi ma cominciano a moltiplicarsi gli allarmi anche fuori dalla Cina.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha assicurato che verrà fatto tutto il necessario, precisando: "L'Italia è stato il primo Paese ad adottare la metodologia dello scanner che riconosce la temperatura delle persone all'ingresso". Positiva ai test anche un'infermiera indiana che lavora in un ospedale in Arabia Saudita. Contagiati anche due cinesi in Vietnam.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE