Svolta green, entro 2030 stop a emissioni — Microsoft

Paterniano Del Favero
Gennaio 19, 2020

Microsoft ha annunciato di voler rimuovere dall'atmosfera l'equivalente della quantità di anidride carbonica (CO2) che ha emesso a partire dalla sua fondazione nel 1975. "Essere carbon neutral non è sufficiente per soddisfare le esigenze del mondo", ha scritto in un post sul blog.

Ecco perché hanno annunciato un obiettivo ambizioso e un nuovo piano per ridurre e infine eliminare l'impronta di carbonio di Microsoft: in particolare entro il 2030 Microsoft diventerà Carbon Negative, ovvero sarà in grado non solo di azzerare le proprie emissioni ma anche di rimuovere quelle già esistenti. "Sebbene il mondo dovrà raggiungere il traguardo delle emissioni zero, coloro che possono muoversi più velocemente e andare oltre dovrebbero farlo".

Fra le vie percorribili dall'azienda per realizzare questo temerario obiettivo la prima sarebbe sicuramente quella di acquistare tutta la propria energia elettrica esclusivamente da fonti rinnovabili, obiettivo che andrebbe raggiunto entro il 2025.

Se non riusciamo a contenere le emissioni e le temperature continuano a salire, la scienza ci dice che i risultati saranno catastrofici. Aiuterà fornitori e clienti a ridurre il proprio impatto ambientale. Riuscirà ad arrivare in pari con le emissioni prodotte fino ad oggi?

Comunque, nella loro totalità, gli impegni presi da Microsoft sono stati accolti abbastanza bene da gran parte dgli ambientalisti. Per questo motivo Microsoft ha intenzione di spendere 1 miliardo di dollari nel corso dei prossimi quattro anni per sostenere l'innovazione nella riduzione, cattura e rimozione della CO2 dall'atmosfera terrestre.

Ma Greenpeace ha avvertito che Microsoft deve ancora affrontare il nodo delle sue relazioni pericolose le compagnie petrolifere e del gas e la senior campaigner Elizabeth Jardim ha concluso: "Mentre c'è molto da festeggiare nell'annuncio di Microsoft, resta aperto un buco non affrontato: gli sforzi in espansione di Microsoft per aiutare le compagnie di combustibili fossili a trivellare più petrolio e gas con il machine-learning e altre tecnologie di intelligenza artificiale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE