Milan, il papà di Caldara passa all'attacco

Rufina Vignone
Gennaio 19, 2020

Stefano Caldara, padre di Mattia, è stato intervistato da Tuttosport: ecco le parole sul difensore bergamasco e sull'addio ai rossoneri. "Mattia era teso ed emozionato, a Firenze ha sentito tanta pressione anche perché ha un carattere che lo porta sempre a sentirsi sotto esame, ma ha una voglia incredibile".

Caldara ha detto anche come si sente, dopo un anno e mezzo con sole due presenze in rossonero e tanti infortuni: "Sono all'80% della mia forma fisica ottimale, ci vuole ancora un po' più di campo per tornare al 100%". Ha giocato tre volte in Primavera, ma non ha mai avuto la possibilità di tornare con la prima squadra.

La cessione, ormai fatta, di Mattia Caldara in prestito all'Atalanta per 18 mesi con diritto di riscatto a 15 milioni di euro ha fatto infuriere dei tifosi milanisti, che sui social network si sono scatenati. Si è sempre allenato bene, perchè non provarlo? È passato dalla Juve al Milan in pochissimo tempo, dal punto di vista morale non è semplice gestire queste cose. Beppe Riso ha fatto un grande lavoro, dopo la gara persa per 5-0 dal Milan a Bergamo in cui Pioli ha fatto scaldare il giovane Gabbia, Mattia ha chiesto al procuratore di accelerare. "Io speravo almeno da 5 mesi in una soluzione come questa...". Con Romagnoli, Conti e Calabria il rapporto è ottimo, ma ormai era ora di cambiare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE