Ikea richiama i bicchieri Troligtvis "Made in India"

Paterniano Del Favero
Gennaio 19, 2020

Hanno diritto al rimborso anche i clienti che non sono in possesso dello scontrino fiscale.

La famosa azienda Ikea ha ritirato dal mercato il bicchiere da viaggio Troligtvis perché non risulta conforme agli standard aziendali e può rilasciare sostanze chimiche nocive ed ha invitato tutti i clienti che lo hanno acquistato, a riportarlo indietro. Il colosso svedese dell'arredamento ha dichiarato che le criticità sarebbero emerse a seguito di recenti test, portando la compagnia a ritirare il prodotto dal mercato e a chiedere ai propri clienti di restituire eventuali esemplari acquistati.

La sicurezza dei prodotti è fondamentale per IKEA. Tutti i prodotti IKEA vengono costantemente testati e devono rispettare le norme e le leggi vigenti, oltre che i requisiti interni dell'azienda stessa.

Dai test effettuati si è potuto stabilire che il prodotto in questione rilascia livelli di dibutilftalato superiori ai parametri limiti stabiliti.

Da anni l'azienda svedese ha bandito l'uso degli ftalati (composti chimici usati nell'industria delle materie plastiche come agenti plastificanti ovvero come sostanze aggiunte al polimero per migliorarne la flessibilità) dai prodotti destinati al contatto con gli alimenti e quindi ha bloccato immediatamente la distribuzione dei bicchieri da viaggio (in vendita da agosto 2019), avviando al tempo stesso un'indagine. Nella nota, Ikea ha invitato i suoi clienti a riportare il bicchiere nel punto vendita più vicino, dove verrà erogato un rimborso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE