Michele Bravi a Verissimo: "Ho tantissima paura"

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 18, 2020

In seguito all'impatto una donna ha perso la vita e l'esistenza dell'artista si è del tutto sgretolata. Michele ha raccontato: "Quando vivi un trauma cambia il tuo corpo e il modo di vedere le cose. Ero semplicemente da un'altra parte, avevo perso aderenza con il reale" sono state le parole del ragazzo. Michele Bravi ha anche parlato della prima udienza del processo, che si svolgerà il prossimo 23 gennaio. "L'amore non basta. Serve un percorso terapeutico e farsi aiutare per trovare il coraggio di affrontare la situazione con uno specialista" ha continuato Bravi. "Ho seguito un metodo clinico per il trattamento dei grandi traumi che mi ha salvato e mi ha fatto tornare a parlare e sentire". Bravi non ha dimenticato la tragedia che ha vissuto e, molto probabilmente, non riuscirà mai a farlo ma sta pian piano tornando a vivere. Il cantante 25enne ha scelto il salotto della giornalista veneta per il suo ritorno in televisione dopo il dramma che lo ha portato sulle pagine di tutti i giornali non certo per motivi musicali.

Durante l'intervista a Silvia Toffanin, il cantante di Città di Castello - per il quale i PM hanno richiesto il rinvio a giudizio per omicidio stradale - ha parlato per la prima vera volta del dramma sopra ricordato, fornendo nuovi dettagli dopo quelli raccontati al Corriere della Sera nel maggio 2019.

Il cantane confida a Silvia Toffanin di avere avuto accanto a sé la famiglia e una persona speciale: "Ho avuto una fortuna enorme: avere un angelo vicino". Adesso non fa più parte della mia vita soltanto perché si è trasferito all'estero. Invece a casa mia c'è una cosa che si diceva ai bambini: "'La nebbia è come avere un foglio di carta bianca, davanti agli occhi, a quel punto puoi disegnare tutto quello che vuoi un albero, una collina e aggiungere cose che non esistono'". È stato un gesto che mi ha cambiato la vita.

Silvia Toffanin chiede a Michele Bravi di cosa abbia paura oggi, il cantante risponde: "Ho tantissima paura". L'ex talento di X Factor ha rivelato: "Ad affrontare con me il viaggio c'era questa persona che mi ha messo delle cuffiette con Always remember us this way di Lady Gaga che ho ascoltato per cinque ore consecutive". Questa canzone mi ha suggerito qualcosa che per mesi ho ignorato: tutto il rumore che mi portava in quel luogo di buio poteva essere frenato dal suono della musica. "Poter tornare a cantare al suo fianco è stato un regalo di amicizia immenso".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE