Valcamonica, morto il presidente della Comunità montana Farisoglio

Rufina Vignone
Gennaio 17, 2020

Grande choc e commozione in tutta la Val Camonica alla notizia della morte di Sandro Farisoglio. Era malato da due anni e dal momento in cui aveva saputo del male che lo aveva colpito aveva cercato di lottare anche per la famiglia formata dalla moglie Elena Mazzoli e dalla figlioletta di appena due mesi Laura che ora lo piangono. Farisoglio era l'ex sindaco di Breno ed attuale presidente della Comunità Montana e del Consorzio Bim, che raggruppa 47 municipi di Valcamonica, Lago d'Iseo e Valtrompia. Da due anni lottava contro un tumore, nelle ultime settimane le sue condizioni erano peggiorate: è morto nella notte nel reparto Hospice dell'Ospedale di Esine. La sua carriera cominciò nel 2006, quando venne nominato vicepresidente della Pro Loco di Breno.

Nel 2009, a 30 anni ancora da compiere, si candidò a sindaco del paese e vinse con larga maggioranza per due mandati consecutivi. In quell'occasione Farisoglio arrivò a sfiorare i 7.000 voti, risultando tra i candidati ad ottenere più preferenze in tutta la provincia di Brescia. Nato nel 1980 a Breno e laureato in Giurisprudenza, avrebbe compiuto 40 anni a giugno.

Nonostante la malattia lo stesse consumando da tempo, Farisoglio ha continuato a lavorare assicurando il suo impegno nell'ente che rappresenta i centri camuni. Nel 2009 si candida alle elezioni amministrative del Comune di Breno per l'elezione diretta del Sindaco e del consiglio comunale con una lista civica: viene eletto con ampi consensi e successivamente viene riconfermato in secondo mandato nel 2014.

I funerali saranno celebrati venerdì 17 Gennaio 2020 alle 15, nel Duomo di Breno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE