Commisso risponde a Gasperini: "Rispetto per i tifosi viola"

Rufina Vignone
Gennaio 17, 2020

Ma è soprattutto infuriato per gli insulti che sono piovuti dagli spalti, nei suoi confronti, durante Fiorentina-Atalanta.

Tra il pubblico fiorentino e il Gasp non esiste simpatia, soprattutto dopo il match di Serie A, al Franchi, della scorsa stagione, quello in cui Chiesa simulò e guadagnò il calcio di rigore che spianò la strada alla Viola verso il 2-0 con cui si chiuse il match.

Caldara ha detto anche come si sente, dopo un anno e mezzo con sole due presenze in rossonero e tanti infortuni: "Sono all'80% della mia forma fisica ottimale, ci vuole ancora un po' più di campo per tornare al 100%". Mia madre ha fatto la guerra per dare la libertà di parola a quei deficienti che cantano 'figli di p.', sono loro i 'figli di p.'. "Non accetto questi insulti, è cafonaggine e maleducazione". La Fiorentina ha voluto vincere di più. "Anche nel primo tempo abbiamo avuto opportunità, come la clamorosa traversa di Pasalic, mentre nella ripresa siamo solo stati attenti dietro". I nostri obiettivi? La Champions è una ciliegina - ha spiegato Gasperini -. Ma vogliamo fare bene in campionato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE