Nuovo caso Var, l'Atalanta è una furia contro l'Inter

Rufina Vignone
Gennaio 15, 2020

Mi dispiace, sono brutte e gravi queste cose. Sul giudizio pesa poi il rapporto tra le ambizioni della società, che di anno in anno costruisce una squadra con tanti giovani e diversi prospetti interessanti, e i risultati concreti: colpisce il distacco da squadre come Verona o Parma, con budget molto inferiori.

Dalle immagini però si evince come la gamba di Toloi venga agganciata in slancio con le mani da Lautaro Martinez, con l'intento di fermare la corsa dell'avversario verso la porta.

L'episodio avviene al minuto 40 e sul punteggio di 1-0 per la squadra di Conte: su un calcio di punizione di Gomez, Handanovic compie un miracolo e sulla respinta si avventa il centrale brasiliano che però viene ostruito e non può concludere a rete nel migliore dei modi. Motivo per cui, secondo quanto riportato dalla 'Gazzetta dello Sport', l'addetto al VAR di San Siro, Massimiliano Irrati, sconterà almeno un turno di stop. L'ucraino agisce inizialmente dentro le punte per poi passare più arretrato con l'uscita di Pašalić per Muriel e si dimostra decisivo in ogni zona del campo tanto che dopo soli due minuti dal suo ingresso in campo centra in pieno il palo con un mancino da fuori area. Il bel gioco di Gasperini fondato sulla spinta costante delle due ali risente della serata no di Hateboer e Gosens, ma al minuto 75 è proprio il tedesco con un guizzo da vero attaccante ad anticipare Candreva e a sorprendere Handanović in contro tempo.

Giallo a San Siro in occasione del match che ha visto l'Inter di Antonio Conte pareggiare 1-1 contro la compagine allenata da Gian Piero Gasperini.

E il numero 8 orobico ora non si pone limiti: "Sono cresciuto e sono contento di stare andando così bene, ma nel girone di ritorno voglio andare ancora meglio".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE