La lirica in lutto: si è spento il grande tenore Giorgio Merighi

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 14, 2020

Si è spento a 80 anni a Jesi, dopo lunga malattia, il tenore Giorgio Merighi, ferrarese di nascita ma jesino d'adozione.

Dal suo primo debutto a Spoleto, nel settembre del 1962 accanto a Renato Bruson in "Un ballo in maschera", Giorgio Merighi ha continuato ininterrottamente a emozionare il suo pubblico con le sue qualità vocali, la tecnica e l'intelligente scelta dei ruoli. Dal 1992 al 1994 è stato direttore artistico al teatro Pergolesi di Jesi. Si è infatti esibito presso l'Opera di Parigi, lo Staatsoper di Vienna, il Bunka Kaikan di Tokyo, il Deutsche Oper di Berlino, lo Staatsoper di Amburgo.

Molte le incisioni discografiche. La camera ardente è stata allestita alla Casa del commiato di Bondoni a Castelplanio, i funerali saranno celebrati con rito cattolico mercoledì 15 gennaio alle ore 15 nella chiesa di San Filippo (San Giovanni Battista, lungo corso Matteotti). Lascia la moglie Elena Cervigni e i figli Elena e Gian Paolo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE