Al via Parma Capitale Italiana della Cultura 2020

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 12, 2020

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, presenzierà la cerimonia istituzionale a teatro Regio di Parma domenica 12 gennaio e poi assisterà alla prima della Turandot di Giacomo Puccini. Dal corteo che sfilerà domani tra le bellezze della città, alla cerimonia di domenica al Teatro Regio a cui parteciperà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, senza dimenticare mostre, installazioni artistiche, spettacoli, eventi e la festa di Sant'Ilario, patrono della città. Nei tre giorni l'inaugurazione di tre mostre: Time Machine. E ancora letteratura contemporanea con Stefania Auci e Gianrico Carofiglio; concerti e musica fiore all'occhiello della città. Non mancheranno iniziative che coinvolgeranno ospedali, il carcere, le piccole frazioni, con l'iniziativa "Sulla Linea della Cultura: Fermate per tutti".

L'iniziativa di Capitale italiana della cultura è organizzata dal Ministero per i beni e le attività culturali e fu ideata proprio dal ministro Franceschini dopo la proclamazione di Matera capitale europea della cultura del 2019, in modo da dare alle città italiane la possibilità di mettersi in gioco nel creare percorsi innovativi di valorizzazione del patrimonio. A chiudere gli eventi della giornata ci sarà la Santa Messa in Duomo, seguita da concerti e videomapping sparsi per la città. "Il tempo del lavoro" una proiezione multimediale sulla facciata della Cattedrale, entrambi prodotti da Kifitalia, Idea Factory e Cantiere Idea; in piazzale della Pace #22.2.22 VIDEO MAPPING PER IL MONUMENTO A VERDI, curato da Karmachina e prodotto dal Teatro Regio di Parma. Vedere e sperimentare il tempo; Noi, il Cibo, il nostro Pianeta: alimentiamo un futuro sostenibile e Parma è la Gazzetta.

Sarà poi anche un Sant'Ilario da seguire tutto in diretta su 12 Tv Parma. A seguire il discorso del Sindaco Pizzarotti, il lancio del jingle di Parma 2020 composto dal cantautore e pianista Raphael Gualazzi e un videomapping in cui saranno protagoniste le parole della cultura e le persone in piazza, in un iconico dialogo partecipativo. "La Saga dei Florio".

Alle 18.30 a Palazzo del Governatore inaugura, alla presenza del Presidente Mattarella, la mostra Time Machine. Vedere e sperimentare il tempo, ospitata nel medesimo Palazzo e dedicata ai media e al loro ruolo nel modificare la nostra percezione del tempo e dello spazio. L' assessore alla cultura Michele Guerra ha dichiarato: "per uscire dalla propria comfort-zone". Accompagna la mostra, aperta dal 13 gennaio al 3 maggio, il catalogo edito da Skira con testi di: Emmanuel Alloa, Jacques Aumont, Raymond Bellour, Christa Blümlinger, Grégory Chatonsky, Georges Didi-Huberman, Philippe Dubois, Noam Elcott, oltre ai tre curatori. L'evento è parte del progetto "Pharmacopea" di Davines e Chiesi Farmaceutici e si configura come un viaggio attraverso la cultura botanica della città. Parma narrata dai suoi protagonisti in dieci luoghi preziosi il pubblico sarà invitato a prendere parte a uno straordinario viaggio nel tempo arricchito da speciali narrazioni sulla storia della città, dall'antichità al Novecento. Capoluogo di provincia dell'Emilia-Romagna, Parma si estende in quel tratto della Pianura Padana che conduce alle terre toscane e liguri.

Saranno, infatti, più di 400 gli eventi che, nel corso dell'anno, racconteranno la cultura e la storia di Parma. Un'occasione per scoprire - attraverso una selezione di prime pagine affiancate a oggetti memorabili ed emblematici - la vicenda del più antico quotidiano italiano, pubblicato con continuità a partire dal 1735, e la parallela storia della città di cui porta il nome. Cronaca, cultura, spettacoli, sport: 285 anni di giornalismo, 14 gennaio-15 marzo | martedì-venerdì dalle 16 alle 19; sabato-domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Tutte le informazioni su www.parma2020.it.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE