Morto il sultano Qaboos dell'Oman: ministro della Cultura gli succede

Bruno Cirelli
Gennaio 11, 2020

Il sultano dell'Oman, Qaboos bin Said al Said, è morto all'età di 79 anni.

Lo rende noto la televisione di Stato, lodandolo per la sua "saggia e trionfante marcia piena di tenerezza che ha coperto l'Oman da un estremo all'altro, e si è estesa in tutti i mondi arabo, islamico e internazionale, portando a una politica equilibrata che il mondo intero ha rispettato".

Nato nel novembre del 1940 quando l'Oman era ancora un protettorato dell'Impero britannico, l'incoronazione a Sultano di Qaboos bin Said coincise invece con la ritrovata indipendenza del Paese che, in epoca moderna, aveva costruito la sua ricchezza sulla tratta degli schiavi e delle armi.

Sotto la guida del monarca assoluto bin Said, salito al trono grazie a un colpo di Stato sostenuto dal Regno Unito con cui depose il padre, Said bin Taimur, senza spargimento di sangue, il Paese si è sviluppato notevolmente sotto il profilo economico, grazie anche alle sue risorse petrolifere, e politico, allentando per esempio alcune tra le leggi severe introdotto dal padre, come il divieto di ascoltare la radio o portare gli occhiali da sole.

Chi è il nuovo sovrano A succedere a Qabus, il cugino e ministro della cultura Haitham ben Tarek. "Haitham bin Tariq al-Said ha prestato giuramento come nuovo sovrano dopo una riunione della famiglia reale, che ha approvato la scelta" fatta da Qaboos prima di morire, ha scritto il governo su Twitter.

Se il consiglio della famiglia reale non riuscirà ad accordarsi sul successore entro 3 giorni, si procederà alla lettura del nome dell'erede indicato da Qaboos e chiuso in una busta sigillata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE