Iraq. L'Iran attacca basi Usa

Bruno Cirelli
Gennaio 9, 2020

"Non c'è stata nessuna vittima e nessun ferito tra gli americani", ha commentato Trump, aggiungendo che anche "i danni alle strutture sono stati minimi".

Il tycoon a maggio del 2018 ha ritirato gli Stati Uniti unilateralmente dall'accordo sul nucleare, che era stato firmato dal suo predecessore Barack Obama. Lo ha detto il presidente Usa Trump, rivendicando che da quando è entrato in carica, "l'America ha raggiunto l'indipendenza energetica". L'annuncio arriva a pochi giorni dalla violazione del sito web del governo federale, avvenuto a poche ore di distanza dall'uccisione del generale Qassim Soleimani.

"Finché sarò presidente l'Iran non avrà mai l'arma nucleare", ha detto Trump, che ha anche annunciato nuove sanzioni punitive contro l'Iran e sollecitato l'Europa (e non solo) a uscire dall'accordo sul nucleare da cui l'Iran si è tirato indietro. In questo caso, però, potrebbe non trattarsi di una semplice minaccia. A quanto pare si tratta di un'azione di rappresaglia contro gli Stati Uniti, visto che l'attacco di ieri notte è stato diretto contro due basi americane nel Paese mediorientale.

Nessuno dei missili sarebbe stato intercettato, e la tv iraniana ha parlato di "80 terroristi americani uccisi"; il dato al momento non è stato confermato dalle forze Usa, per le quali non sarebbe stato centrato nessun bersaglio, e "se dovessero esserci morti sono molto pochi". Pare che tale piano sia stato affinato nel corso degli anni, che nel 2010 sia stato posto sotto il nome 'Tirrant' (Theatre Iran Near Term) e che sia custodito al Pentagono e pronto per ogni evenienza. Un raid che Khamenei definisce "un successo", ma avverte gli Stati Uniti: "È solo uno schiaffo". L'attacco sarebbe così spaventoso e distruttivo che l'Iran non avrebbe il tempo di pianificare una risposta. Con una simile flotta a disposizione l'Iran potrebbe essere sopraffatto secondo gli studiosi nel giro di una notte.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE