Influenza, i medici: "Impennata di casi nella prima settimana del 2020"

Barsaba Taglieri
Gennaio 9, 2020

Non sono solo i virus influenzali A/H3N2 e A/H1N1 ma anche le complicanze che portano conseguenze da ricovero.

Perché già tanti casi di polmonite e di bronchite? In questo modo è stato possibile arrivare ad una protezione di lunga durata sui topi per ben 6 ceppi di influenza. Con il ritorno a lavoro e con il ritorno degli studenti nelle scuole il contagio potrebbe nuovamente aumentare e portare a salire, ancora una volta, il picco dell'influenza. Come riporta l'Ansa, il segretario della Federazione Italiana dei medici di medicina generale (Fimmg), Silvestro Scotti, ha dichiarato che, rispetto alle settimane precedenti, si è rivelato un aumento di almeno il 20% dei pazienti colpiti da virus influenzali. Si sono sviluppati nuovi virus che stanno provocando complicanze anche gravi, tra le quali polmonite e bronchite.

Questa sembra essere una buona notizia, anche se già si stanno notando delle diversità rispetto a quelli utilizzati e non è chiaro se il vaccino già noto possa avere la stessa efficacia anche in questa stagione. Colpiti maggiormente i bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un'incidenza pari a 10,4 casi per mille assistiti. Secondo Scotto, nel periodo delle feste natalizie, quando le scuole erano chiuse, "si è determinata essenzialmente una contaminazione di tipo intrafamiliare ma ora, con la riapertura degli istituti scolastici, ci sarà un ulteriore aumento dei casi influenzali".

"Dalla prossima settimana con la ripresa della piena attività di scuole e uffici è prevedibile un aumento dei casi di influenza" ha spiegato Giovanni Maga, direttore del laboratorio di Virologia Molecolare presso l'Istituto di Genetica Molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche di Pavia. I piccoli, quindi, vanno protetti, adottando gesti e comportamenti semplici, ma efficaci: ridurre i contatti (evitare i baci e le carezze sul viso e le mani di parenti e amici), far usare la mascherina agli adulti raffreddati che si occupano del piccolo, lavare spesso le mani. Altri sintomi comuni includono mal di testa, brividi, perdita di appetito, affaticamento e mal di gola.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE