Meningite: Gallera, vaccineremo ragazzi in sedi scuole

Barsaba Taglieri
Gennaio 6, 2020

L'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, smentisce invece la notizia: "Smentisco categoricamente che siano stati effettuati test con "tamponi salivari" negli ambulatori di Villongo e Sarnico". Oltre alla vaccinazione nelle scuole le principali decisioni prese al termine del vertice riguardano l'istituzione di un bollettino giornaliero e un canale dedicato per condividere con i sindaci tutte le informazioni necessarie ad affrontare la situazione dopo i casi di sepsi da meningococco C che si sono verificati nel Basso Sebino. Se ne discuterà martedì in un nuovo vertice che si svolgerà nel municipio di Villongo. Il 2 gennaio, poi, si è registrato un altro caso di meningite ceppo C molto aggressivo. Ricordiamo che la meningite si trasmette soltanto con il vapore acqueo, per esempio con gli starnuti, quindi stando a stretto contatto con una persona malata. In primo luogo verrà ampliata l'offerta vaccinale gratuita per i cittadini fino a 60 anni: "insieme alle ATS di Bergamo e Brescia e con le ASST Bergamo EST e Franciacorta verranno aperti ambulatori straordinari, oltre a quelli di Villongo e Sarnico, anche nei comuni di Predore, Credaro e Paratico, nelle sedi comunali o in luoghi che si stanno individuando in sinergia con le amministrazioni locali (ad oggi già vaccinate più di mille persone)".

Non chiuderemo assolutamente le scuole. Il 93% dei bimbi delle materne è già stato vaccinato e si è raggiunta l'immunità di gregge anche grazie a una grande azione proattiva della Regione visto che quella contro il meningococco non è una vaccinazione obbligatoria per frequentare la scuola materna. Non ci sono problemi di vaccini e abbiamo deciso di intervenire per la fascia debole, gli studenti: ci recheremo nelle scuole per vaccinare direttamente i ragazzi. Gallera ha quindi ricordato il "costante collegamento con l'Istituto superiore di sanità e con il ministero che condividono quello che stiamo facendo". "C'è bisogno di qualche giorno - ha sintetizzato Gallera - ma in settimana cominceremo e andremo anche lontano, cioè in tutte le scuole frequentato dai ragazzi che provengono da questi due ambiti". Anche i sindaci del Basso Sebino e dell'Ambito di Grumello del Monte hanno diffuso una nota per i cittadini, spiegando che "in data 7 gennaio le lezioni riprenderanno regolarmente presso tutte le scuole di ogni ordine e grado e sarà attivata una campagna vaccinale all'interno delle scuole superiori frequentate dagli studenti del Basso Sebino" dopo i cinque casi di meningite che si sono verificati nella zona. Ma si sta cercando di capire se sia possibile fare effettuare vaccinazioni nelle grosse aziende da parte dei sanitari interni che si occupano di medicina del lavoro. Il caso della 48enne e' ritenuto, per le modalita' e i tempi, identico a quello di Veronica Cadei, la 19enne di Villongo, sempre in provincia di Bergamo, deceduta ad inizio dicembre dopo aver accusato un malore sui banchi dell'Universita' Cattolica di Brescia che frequentava.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE