Debutta lo scontrino elettronico, cosa cambia per esercenti e clienti

Paterniano Del Favero
Gennaio 3, 2020

Dal primo gennaio 2020 si estenderà a tutti le partite iva che scontrinano, incluso chi opera in regime dei minimi o forfettario.

Avrebbe dovuto partire oggi anche la "lotteria degli scontrini", che però è stata prorogata dal Decreto Fiscale legato alla Legge di Bilancio al 1° luglio 2020.Voluta dal governo come nuova arma anti-evasione, la lotteria grazie ai nuovi registratori telematici (registratori di cassa in grado di connettersi a internet) permetterà a chi ne farà richiesta (comunicando al commerciante il proprio codice, richiesto precedentemente sul sito delle Agenzie delle Entrate), di partecipare all'estrazione mensile dei premi: 50 mila euro per il primo classificato, 30 mila euro al secondo e 10 mila euro al terzo. A ricordarlo è il Ministero dell'Economia e delle Finanze, che su Twitter ha postato un video in cui riepiloga tutte le principali novità collegate all'estensione dell'obbligo di scontrino elettronico a tutti i negozi. Vediamo nel dettaglio cosa cambierà dal 2020.

Cosa cambia per i commercianti e consumatori? Questo strumento telematico, infatti, permette di trasmettere direttamente all'Agenzia delle Entrate i dati relativi agli incassi degli esercenti in via telematica. Da oggi, il corrispettivo elettronico si estende a tutti gli operatori economici che emettono ricevute fiscali (compresi gli artigiani). Il che vuol dire che non esiste più il vecchio scontrino cartaceo, sostituto da quello elettronico e da un documento commerciale di vendita o prestazione. In questo modo il flusso di dati dei commercianti finisce dritto nelle mano del Fisco, ma per farlo gli esercenti dovranno dotarsi di un particolare registratore di cassa adeguato all'emissione dello scontrino elettronico. I vecchi registratori andranno sostituiti, eccezion fatta per i modelli più recenti, già predisposti a questa funzione. Diverse invece le novità per gli operatori economici che emettono ricevute fiscali (SCADENZE FISCALI 2020: IL CALENDARIO COMPLETO).

I vantaggi per i commerciantiNon sarà più necessario tenere il registro dei corrispettivi: la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati sostituiscono, infatti, gli obblighi di registrazione delle operazioni effettuate in ciascun giorno.

La scelta tra queste due opzioni è libera e chi genera pochi scontrini o fatture giornaliere può anche avvalersi del servizio web. Tutti gli esercenti dovranno dotarsi di un registratore di cassa elettronico.

Un'altra grande novità legata allo scontrino elettronico, che dovrebbe finalmente 'vedere la luce' nel 2020, è la lotteria degli scontrini. Nonostante fosse legge da 3 anni, quando venne introdotta nella legge di Bilancio 2017, non è mai entrata in vigore a causa dei rinvii che si sono susseguiti nel corso degli anni. Come funziona la lotteria degli scontrini?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE