Piovono calcinacci in galleria, chiusa l'A26

Rufina Vignone
Dicembre 31, 2019

Procederemo col massimo rigore, su tutti i fronti": "così l'ad di Aspi Roberto Tomasi al termine della riunione in Regione Liguria. Arriva in questi momenti la notizia relativa alla caduta di diversi calcinacci nel mezzo della galleria Bertè, sulla A26 in direzione Genova. "Da tempo chiediamo di conoscere la situazione di sicurezza di gallerie e viadotti".

Secondo le prime verifiche condotte dai tecnici autostradali, si sarebbe verificato il distacco di una ondulina e di parti dell'intonaco a cui era collegata, le cui cause sono in corso di accertamento. Immediate le polemiche politiche per l'accaduto, in un periodo in cui le autostrade liguri, in particolare la A6 e la stessa A26, sono in grave difficoltà.

La chiusura dell'autostrada ha creato notevoli disagi alla circolazione verso Genova e Savona: sul posto si è formato una coda di circa un chilometro. Uscita obbligata a Masone. "Abbiamo alcune risorse a disposizione per gli incentivi, ci sono gli indennizzi del ponte Morandi per l'autotrasporto", spiega Signorini. I calcinacci sono finiti sulla corsia centrale, senza coinvolgere i veicoli in transito. Per un breve tratto, dunque, si procede su una sola corsia in direzione sud e su due corsie in direzione nord.

Sulla vicenda è intervenuto anche il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.

Agli utenti che viaggiano su mezzi leggeri, dopo l'uscita obbligatori a Masone si consiglia di percorrere la strada provinciale 456 del Turchino e rientrare in A10 a Genova Voltri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE