Juve, Sarri e Martusciello dividono la tifoseria. Sui social ritorna l’hashtag #Sarriout

Rufina Vignone
Dicembre 31, 2019

Le polemiche sono state rinfocolate da Giovanni Martusciello, vice del tecnico juventino, intervenuto ad un incontro con i tifosi del club di Ischia: "E' difficile arrivare in una squadra ultravincente, dobbiamo confermare quanto di buono hanno fatto i nostri predecessori ma con una nostra idea". Bisogna estraniarsi dal risultato finale e cercare di far capire ai ragazzi che la strada per arrivare alle vittorie deve essere un'altra, che non significa vincere nell'immediato.

"Non bisogna pretendere di avere tutto e subito, c'è bisogno di un lavoro importante da fare, soffrendo ed impegnandosi al massimo". Non si può vincere nell'immediato.

Anche in queste parole si percepisce il cambio filosofico che Sarri e i suoi stanno cercando di apportare alla Juventus, rendendola meno dipendente dal risultato fine a se stesso e più focalizzata sul modo in cui il risultato va raggiunto. Dichiarazioni che hanno molto discutere il popolo bianconero, che dopo 8 anni di successi ha ancora fame di vittorie. Non c'è una data fissa, non si può dire tra un mese, tra due mesi, tra cinque mesi o tra otto mesi, però c'è grande disponibilità da parte dei ragazzi, si stanno facendo delle cose che prima non si facevano, perchè non si riuscivano a comprendere bene e a sprazzi vengono delle prestazioni dove bisogna cercare di portare l'idea comune in quella direzione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE