Ghosn fugge dal Giappone in Libano

Paterniano Del Favero
Dicembre 31, 2019

Carlos Ghosn, ex presidente e amministratore delegato del gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi, che si trovava ai domiciliari a Tokyo in attesa di andare a processo per frode industriale e fiscale, è arrivato a Beirut, in Libano.

Fuga in Libano per Carlos Ghosn. Attraverso i suoi legali, ha dichiarato oggi che non stava fuggendo dalla giustizia ma sta piuttosto cercando di evitare "ingiustizia e persecuzione politica". "Sono ostaggio di un sistema giudiziario falsato come quello giapponese, in cui si presume la colpa, dilaga la discriminazione e i diritti umani sono negati". Il Giappone non ha trattati di estradizione con il Libano.

Ghosn sarebbe atterrato all'aeroporto di Beirut con un jet privato proveniente dalla Turchia, secondo quanto riferito dai media libanesi. Il centro di Immigrazione giapponese ha reso noto di non avere dettagli sulla partenza di Ghosn. L'ex dirigente - che detiene passaporti francese, libanese e brasiliano - è stato arrestato a Tokyo nel novembre 2018 e sta affrontando varie accuse di cattiva condotta finanziaria.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE