Posta una foto alle Maldive, deputata M5s nella bufera social

Bruno Cirelli
Dicembre 30, 2019

Una foto dall'atollo Thoddoo, e tudù scende una pioggia di critiche sui social.

La deputata del MoVimento 5 Stelle Yana Ehm ha postato su Facebook una sua foto in costume e in altalena dalle Maldive.

Le critiche si sono concentrate anche in merito all'argomento rendicontazione.

Si gode il sole e il mare, Yana Ehm, mentre in Italia sul Movimento 5 Stelle si scatena la bufera anche contro di lei.

Yana è stata presa di mira soprattutto per la questione dei rimborsi del M5S, che ha visto coinvolto anche il ministro dimissionario Lorenzo Fioramonti. Il problema è che poi le regole ha iniziato a violarle lei stessa, contravvenendo a quelle interne al M5S, che impongono di restituire 2.300 mensili sottraendoli ai circa 10-12 mila netti che un parlamentare di riceve a seconda dei casi e delle presenze alle votazioni. "Vogliamo parlare della rendicontazione ferma a febbraio 2019?" E ancora: "L'immagine postata non è sicuramente indice di sobrietà quale sarebbe stata auspicabile da chi ci rappresenta in questo delicato momento di austerità economica". "Le Maldive sono all'estero, no?".

Dopo più pungolature sulla trasparenza il portavoce ha precisato in un post come da tempo abbia riscontrato un problema tecnico: "Dati i svariati commenti sulla rendicontazione, fornisco con piacere le necessarie delucidazioni: a causa di un problema tecnico non riesco a completare la rendicontazione del mese febbraio, dirimente per poter procedere a tutti i mesi successivi".

Tutto questo all'ombra di uno scandalo che rischia di essere ancora più grande, denunciato dalla ex deputata pentastellata Veronica Giannone: quello dei falsi rendiconti fatti passare per spese di rappresentanza anche quando gli onorevoli grillini acquistavano scarpe e vestiti. Spero che possa essere sbloccato al più presto, ho già preso prossimo appuntamento. "Un caro saluto a tutti, Yana".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE