L'AGCOM: dai colossi del web ricavi per 692 miliardi di Euro

Paterniano Del Favero
Dicembre 30, 2019

Un mercato che non sente crisi è quello delle piattaforme online. Clamorosa la forbice se si prende invece in considerazione Netflix, che "ha un indice di produttività (pari a 1,9 milioni di euro per dipendente) più di 4 volte superiore rispetto a Comcast, tra i principali operatori mondiali del settore audiovisivo".

Secondo i dati del primo Osservatorio di Agcom dedicato alle piattaforme online (pubblicato dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), quasi la metà del loro fatturato non proviene dal proprio continente di appartenenza data l'elevata globalizzazione, a fronte del 15% per le compagnie di telecomunicazioni e media. Sarebbe il Pil di un Paese come Turchia o Arabia Saudita. In media le piattaforme hanno una profittabilità lorda del 49% e un margine operativo pari al 21% dei ricavi, pari a 24 miliardi di euro. Aumentano anche le spese sostenute per l'innovazione (con una media di 13 miliardi di Euro in media, nel 2018), ma anche negli investimenti in asset patrimoniali (195 miliardi complessivi in tre anni). Molto elevate la redditività del capitale proprio (32% negli ultimi 3 anni) e del capitale investito (15% il ROI medio degli ultimi 3 anni). Se si torna a fare il paragone con i valori siamo decisamente al di sopra di quelli rilevati per le principali Tlc&Media company e per le oltre 2.000 maggiori imprese italiane.

A livello mondiale, le piattaforme considerate occupano le prime posizioni in tutti i settori di attività in cui operano, e le quote di mercato delle piattaforme che si collocano al primo posto non sono mai inferiori al 30%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE