Immigrazione, Conte attacca Salvini: "Insidioso il modo in cui esercita la leadership"

Bruno Cirelli
Dicembre 30, 2019

"A Casa!" Questo il commento sintetico e lapidario del leader del carroccio Matteo Salvini, al termine della conferenza di fine anno del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Ciò che più incuriosisce, tuttavia, è che i giudici contestano a Salvini di aver violato proprio il decreto sicurezza bis, da lui stesso fortemente voluto e approvato a giugno disponendo, tra l'altro, la possibilità di "limitare o vietare l'ingresso, il transito o la sosta di navi nel mare territoriale, salvo che si tratti di naviglio militare o di navi in servizio governativo non commerciale". L'Italia chiuderà il 2019 con meno di 12mila sbarchi. "Quello che mi ha meravigliato è il modo con cui Salvini interpreta la sua leadership, con slabbrature e strappi istituzionali", ha detto Conte. Vedete come la propaganda politica spossa agire: stiamo ottenendo risultati senza clamori. "Questa modalità di interpretare il suo ruolo la ritengo insidiosa, la Lega in sé no". "Il 2018 è stato chiuso con circa il doppio degli sbarchi". E sui ricollocamenti, il presidente del Consiglio ha sottolineato che "si è passati dagli undici mensili del precedente esecutivo a 98" anche grazie all'accordo siglato con Malta. Con il massimo scrupolo, la massima correttezza, verificherò il ruolo che ho avuto. Sulla vicenda della nave Gregoretti invece "sto completando le verifiche, perché mi occupo contemporaneamente di tantissimi dossier". "In questo momento non ho avuto ancora riscontri sul mio coinvolgimento per quanto riguarda invece lo sbarco, però non ho ancora sciolto la riserva, voglio completare tutte le verifiche". Sicuramente c'è stato coinvolgimento della presidenza sulla ricollocazione. Conte lancia così più di una stoccata all'ex alleato di Governo, il leader della Lega (ed ex ministro dell'interno nonchè vicepremier), Matteo Salvini che sostiene: "Conte racconta balle vergognose sull'immigrazione, nel 2019 siamo a 11'439 arrivi, di cui 6'304 da settembre a oggi grazie al Governo delle poltrone e dei porti aperti". Anche adesso sono accusato di essere un traditore, di essere asservito a Germania e Francia, ma un mese fa 130 migranti erano andati in Germania, pochi giorni prima altri erano andati in Francia.

Conte ha attaccato Salvini anche sul fronte spread.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE