Turchia: tolta la censura a Wikipedia dopo due anni

Bruno Cirelli
Dicembre 29, 2019

Tale è stato considerato, dalla Corte costituzionale di Ankara, il bando di Wikipedia deciso dalle autorità turche che, dopo due anni e mezzo, sono state costrette a rimuovere il veto alla più importante enciclopedia online. La corte costituzionale turca ha infatti deciso che il blocco dei server Wikipedia, attivo in Turchia dal 2017, è contrario alla libertà di espressione. Ankara decise per questo, attraverso una legge che regolamenta l'accesso a contenuti web ritenuti una minaccia per l'interesse nazionale, di chiudere gli accessi al sito, decretandone l'oscuramento. Ad annunciare la lieta notizia, poi riportata dalla Cnn turca, ci ha pensato questa mattina il Btk, autorità di controllo delle tecnologie informatiche e di comunicazione.

Il blocco verrà rimosso dopo la pubblicazione delle motivazioni della sentenza da parte della Corte costituzionale, ha precisato l'ente di controllo di internet in Turchia. La Turchia censura migliaia di siti web accusati di diffondere materiale illegale, tra cui presunta propaganda terroristica. In passato anche social network come Facebook e Twitter sono stati temporaneamente bloccati.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE