Conte: modo Salvini di interpretare leadership è insidioso

Bruno Cirelli
Dicembre 29, 2019

Così il presidente del consiglio Giuseppe Conte alla conferenza stampa di fine anno. Il premier, senza tirare direttamente in ballo Salvini, ha rivendicato miglioramenti sul fronte delle politiche relative ai migranti, immediatamente contestati dall'ex ministro dell'Interno. Conte non arriva neanche al primo chilometro.

Salvini ha rincarato la dose: "Conte è una persona che vive male, è ossessionata da me, lui si alza la mattina e va a dormire pensando a me". Ed è esplicito un suo riferimento a passate strumentalizzazioni sulla questione migranti: "Avete visto che nel dibattito generale non ci sia più l'immigrazione, è uscita dai radar". Vedete come la propaganda politica spossa agire: stiamo ottenendo risultati senza clamori. La Lega, che ha diverse anime, - ha detto - è pienamente legittimata a partecipare al gioco democratico, quello che mi ha meravigliato è il modo in cui Salvini intepreta la leadership: non si è peritato di creare slabbrature istituzionali e veri e propri strappi. Giuseppe Conte ha incontrato i giornalisti a Roma, presso Villa Madama. Senza fanfare, senza clamore, ma semplicemente con metodo e determinazione - ha dichiarato con orgoglio - ecco perché mi ero permesso di dire, già in precedenza molto tempo fa, che non dobbiamo stare a ragionare, il problema non è porto aperto o porto chiuso, perché i nostri porti, diciamolo francamente al di là della retorica e della propaganda - ecco la frecciata lanciata contro Matteo Salvini - non sono mai stati chiusi. Gli sbarchi sarebbero diminuiti e i ricollocamenti aumentati grazie anche all'accordo raggiunto a Malta.

"Se l'ex avvocato del popolo non sopportava la Lega e il sottoscritto poteva dirlo subito anziché aspettare che gli togliessimo la fiducia".

"Conte annuncia modifiche ai Decreti sicurezza, racconta BALLE vergognose sull'immigrazione e cambia versione sulla Gregoretti". Conte ha spiegato che ha intenzione di voler chiarire il suo ruolo nella vicenda: "Sto completando le verifiche sulla Gregoretti ovviamente non mi occupo di un dossier alla volta".

Sabato 28 dicembre è stato il giorno della tradizionale conferenza stampa di fine anno del Presidente del Consiglio italiano. Sulla Gregoretti ammette che Palazzo Chigi aveva avuto un ruolo per ricollocare gli immigrati.

Conte, risponde agli attacchi di Salvini sostenendo che diminuiscono gli sbarchi, meno di dodicimila nel 2019 (rispetto al doppio dello scorso anno), e salgono a 98 i migranti ricollocati ogni mese da settembre scorso, (rispetto alla media di 21 nel precedente esecutivo con Salvini). Mi assumo le responsabilità, se lo spread è salito non è salito per le mie dichiarazioni ma perché c'era una politica.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE