Filippine, è strage di liquore al cocco: 8 morti e 300 ricoverati

Bruno Cirelli
Dicembre 24, 2019

Se i liquori vengono 'corretti' con prodotti chimici per incrementarne la gradazione i rischi per la salute sono enormi. Secondo le autorità locali, il liquore conteneva un tasso eccessivo di metanolo. L'intossicazione ha portato al ricovero di altre 300 persone, che hanno lamentato vertigini e un fortissimo dolore allo stomaco.

Strage nelle Filippine a causa di un liquore al cocco.

Sono almeno 11 le persone che hanno perso la vita e più di trecento quelle ricoverate dopo aver bevuto un liquore al cocco, il "lambanog", a Rizal, a sudest di Manila nelle Filippine, durante alcuni festeggiamenti per il Natale. Alcuni ricoverati si trovano in condizioni critiche e il numero dei morti potrebbe aumentare, ha spiegato alla Afp, Jose Jonas Del Rosario, portavoce del Philippine General Hospital di Manila.

Il proprietario della distilleria forse responsabile dell'avvelenamento, Fred Rey, si è arreso alle autorità dicendosi pronto a collaborare spiega l'agenzia di stampa Abs-Cbn. Il governo locale ha quindi imposto un divieto immediato alla vendita della bevanda. Come ricorda la Bbc, infatti, nel 2018, sempre nel periodo natalizio, 21 persone sono morte nelle Filippine dopo aver consumato il lambanog.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE