Autostrade contro il governo: chiesti danni su norma del Milleproroghe

Paterniano Del Favero
Dicembre 24, 2019

Pesante la reazione dei mercati, con il titolo che affonda in Borsa: Atlantia ha perso il 4,85% bruciando 883 milioni di euro. Così la Corte dei Conti nella relazione sulle "Concessioni autostradali". "9 bis" che prevede il riconoscimento alla società dell'indennizzo pieno, hanno fatto sapere da Aspi. Sono questi i risultati di un'analisi svolta da fonti finanziarie dell'agenzia stampa Adnkronos, che hanno esaminato le conseguenze dell'eventuale decisione del Governo su questo fronte. Si dispone quindi che, in caso di revoca della concessione, a subentrare nella gestione delle tratte sia l'Anas.

Il consiglio di amministrazione, ha esordito la nota di Autostrade, "ha preso in esame detto testo e, pur non potendo conoscere la versione definitiva delle disposizioni, ha ritenuto come già sottolineato da Aiscat che lo stesso presenti rilevanti profili di incostituzionalità e contrarietà a norme europee". In pratica, Autostrade già prenota un intero rimborso della concessione. "Per tale ragione la società sta valutando ogni iniziativa volta a tutelare i diritti della stessa in termini di legittimità costituzionale e comunitaria delle disposizioni normative in merito ai principi di affidamento, di libertà di stabilimento e di concorrenza, di proporzionalità e di ragionevolezza".

Autostrade per l'Italia ha in programma oltre 10,5 miliardi euro di investimenti previsti dai piani concessori, alcuni già autorizzati e in corso di avvio, fortemente richiesti dal territorio (ad esempio il Passante di Genova e il Passante di Bologna) che in caso di revoca per legge delle concessione ovviamente non potrebbero essere più finanziati con capitali privati e difficilmente potrebbero essere riaffidati in concessione attesa la sicura riluttanza a finanziare tali opere senza più dimostrata certezza contrattuale. "Ciò in ragione del 'rispetto del principio di affidamento' e a tutela del patrimonio della società e di tutti gli stakeholders", conclude la lettera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE