Berlino, evacuato il mercatino di Natale: era un falso allarme

Bruno Cirelli
Dicembre 23, 2019

Falso allarme al mercatino di Natale di Berlino, sgomberato in serata per un oggetto sospetto. Si tratta infatti dello stesso mercatino colpito tre anni fa dal tunisino Anis Amri, che si era scagliato contro la folla a bordo di un tir e aveva ucciso 12 persone, ferendone quasi 50.

L'evacuazione è scattata alle 20, tre ore dopo tutto è tornato alla normalità, una volta accertato che non vi fosse nulla di preoccupante. Nella sera del 21 dicembre è tornata la paura terrorismo, con le autorità che hanno fermato due soggetti sospettati di voler mettere in atto una nuova strage. "I due hanno tentato di evitare il controllo, intorno alle 19 allontanandosi velocemente dalla zona".

Dalle verifiche è poi emerso che ci fosse soltanto una somiglianza del nome. Lo riporta la Bild on line.

L'allarme ha fatto scattare un'imponente operazione delle forze dell'ordine, con 250 agenti in azione, ha spiegato ancora la portavoce. Anche il concerto natalizio in corso nella "Gedaechtnis Kirche", "chiesa della Memoria" è stato interrotto, e i treni della metropolitana non hanno potuto fermarsi alla stazione vicina, quella di Zoologische Garten. Lo sgombero sarebbe avvenuto però in tutta tranquillità e anche la chiesa è stata controllata senza esito. Stando al portale del tabloid, si tratterebbe di due siriani.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE