Due mele al giorno abbassano colesterolo e contrastano malattie cardiache

Barsaba Taglieri
Dicembre 20, 2019

Per tale ragione, è opportuno e doveroso fare sempre i dovuti e relativi controlli medici con costanza.

Qualunque sia il motivo una cosa è certa: le persone che mangiano quotidianamente mele hanno vasi sanguigni più rilassati e la cosa può contribuire a ridurre il rischio di incorrere in ictus o infarto. Ancora, per mantenere una buona salute è opportuno tenere decisamente basso il valore di una sottoclasse, ovvero l'Ldl-c, definito da alcuni come quello "cattivissimo". Rivolgersi al proprio medico per consigli e domande è comunque sempre raccomandabile, anche a chi appartiene ad una fascia d'età precedente.

Si tratta di un cambiamento dietetico relativamente facile da attuare, come spiega Julie Lovegrove, ricercatrice coinvolta nello studio secondo la quale è molto meglio mangiare due mele invece che un succo di mela che magari vede l'aggiunta di zucchero e dunque di calorie.

Per mantenere basso il livello di colesterolo, l'alimentazione e la dieta sono fattori imprescindibili e fondamentali.

Lo studio, condotto dall'università di Reading ( Gran Bretagna) in collaborazione con un team italiano della Fondazione Edmund Mach, ha preso a campione circa 40 pazienti tra i 20 e i 69 anni scoprendo che coloro che soffrivano di livelli un po' troppo alti di colesterolo cattivo (Ldl) riuscivano ad abbassarlo di quasi il 4 % semplicemente consumando 2 mele ogni giorno per alcune settimane.

Contro il colesterolo cattivo LDL due mele al giorno potrebbero fare la differenza. Quest'ultimo infatti, è apparso in media inferiore del 3,6%. In particolare, per questo studio, i ricercatori hanno scelto le renette del Canada, una varietà di mele particolarmente ricca di polifenoli, anche se gli autori sono convinti che anche altri tipi di mele abbiano gli stessi effetti benefici. Il tutto sarebbe stato confrontato con un regime alimentare fatto esclusivamente di bevande a base di mele.

Insomma, tale alimento, se mangiato con costanza, avrebbe un' incidenza sul colesterolo cattivo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE