Scambio di prigionieri grazie alla Svizzera

Bruno Cirelli
Dicembre 10, 2019

Le autorità iraniane hanno liberato in uno scambio di prigionieri con Washington il ricercatore statunitense Xiyue Wang, detenuto a Teheran da oltre tre anni perché sospettato di essere una spia. Zarif ha anche condiviso foto di sé assieme a Soleimani davanti e a bordo di un aereo. "Un altro americano sta tornando a casa".

Wang, che si è laureato all'università di Princeton, era stato condannato a 10 anni di reclusione in Iran per essersi 'infiltrato' illegalmente nel Paese e aver diffuso materiale riservato all'estero.

"Sono contento che il professor Massoud Soleimani e il signor Xiyue Wang si uniranno presto alle loro famiglie", ha twittato il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif. In una nota, il presidente americano ha tenuto a ringraziare la Svizzera "per il suo aiuto nel negoziato con l'Iran per il rilascio di Wang".

TRUMP - "La massima priorità degli Stati Uniti è la sicurezza ed il benessere dei suoi cittadini".

Soleimani, professore all'università Tarbiat Moddares di Teheran, arrestato nell'ottobre del 2018 all'aeroporto di Chicago e accusato di avere violato le sanzioni americane contro l'Iran, sarebbe comunque stato rilasciato dal carcere entro gennaio, dopo il patteggiamento raggiunto con le autorità giudiziarie degli Usa.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE