Conte: "A gennaio verifica di governo e cronoprogramma fino al 2023"

Bruno Cirelli
Dicembre 10, 2019

"A gennaio verifica di Governo, o si approva o non si approva, non possiamo stare sospesi a Di Maio e Renzi".

E lo stesso premier ha anche dettato i tempi: il tagliando all'esecutivo e agli equilibri di maggioranza avverrà a gennaio, "un minuto dopo l'approvazione della legge di bilancio". Discuteremo un programma che o si approva o non si approva. "Conte si presenterà con una sua agenda e terrà conto anche delle cose successe". "Voglio continuare a combattere per convincere il ministro dell'Economia e tutto il Governo che quella non è una tassa che educa all'alimentazione", ha aggiunto, "quella è una tassa che incide purtroppo su un pezzo importante della filiera agroalimentare".

Parole che hanno subito raggiunto Conte, attraverso i cronisti, che lo hanno interpellato sulla richiesta di Bettini. In questo momento il governo, come sapete, è concentrato e lo sono il Parlamento, il Paese e tutte le forze politiche, nell'esame delle misure contenute nella legge di bilancio, nel decreto fiscale e dei altri decreti. Un attimo dopo mi farò portatore di questa iniziativa, è assolutamente necessario.

In serata poi è arrivato anche l'allineamento del leader del Movimento 5 Stelle che in una nota scrive: "La condivisione interna di dover stilare un'agenda con precise priorità per il Paese, come chiesto già settimane fa dal M5S, dimostra che ci sono le basi per fare ancora meglio - e aggiunge - In questa cornice, di condivisione e convergenza di vedute, il governo deve andare avanti su temi fondamentali per gli italiani come la casa, la sanità, il lavoro". "Il Paese vuole chiarezza - ha proseguito - non possiamo permetterci di proseguire con dichiarazioni, diverse sensibilità, sfumature varie, diversità di accenti. Noi abbiamo preso l'impegno di governare questo paese fino al 2023, alcune urgenze che il Paese ci chiede sono riforme strutturali e non possiamo prendere in giro i cittadini dicendo che le facciamo in due o tre mesi". Ha poi chiarito che "non è necessario un nuovo contratto di governo, è necessario chiarire il cronoprogramma". "Questo e' il modo giusto per guardare al futuro, lo abbiamo detto da tempo, e per ridare sicurezza e speranza a chi vive in questo a paese".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE