Terremoto nel Mugello, alta velocità dal Nord verso Roma ferma

Bruno Cirelli
Dicembre 9, 2019

Sono state intano avviate tutte le verifiche agli edifici, mentre sono già stati segnalati danni ad edifici a Scarperia San Piero e a Barberino. Lo conferma l'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

Italia spezzata in due sul fronte ferroviario in seguito alle scosse di terremoto registrate in Mugello che hanno portato alla sospensione del traffico ferroviario nel nodo di Firenze per verifiche tecniche sulle linee. E un'offerta importante arriva dai gestori del circuito del Mugello: la struttura, che non ha subito danni, è stata messa a disposizione della comunità, come aiuto per superare l'emergenza. L'epicentro è stato individuato nel Mugello e per la precisione nei paesi di Scarperia e San Piero in provincia di Firenze.

Il terremoto è stato avvertito da molti livornesi che sono stati svegliati nel cuore della notte, soprattutto quelli che abitano ai piani bassi. I treni che viaggiano in senso opposto stanno accumulando ritardi da 60' e oltre. I vigili del fuoco fanno sapere di aver ricevuto, a livello centrale, numerose chiamate alla sala operativa, ma per fortuna nessuna richiesta di soccorso a persone. Di queste 36 (di magnitudo superiore a 2.0) sono state avvertite dalla popolazione e 9 hanno superato 3.0. Nella notte sono anche state interrotte alcune linee ferroviarie per controlli: treni fermi sulla Firenze-Prato, Firenze-Borgo San Lorenzo, Prato-Pistoia, Firenze-Empoli-Pisa. Le linee coinvolte sono: Firenze - Bologna AV; Firenze - Prato convenzionale; Firenze - Arezzo direttissima e convenzionale; Firenze - Borgo San Lorenzo via Vaglia e via Pontassieve; Prato - Pistoia; Firenze - Empoli - Pisa. E' stato deciso che le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse nella giornata di oggi, inclusi gli asili nido comunali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE