Bologna-Milan 2-3, Pioli tallona Ancelotti: rossoneri ad un solo punto dal Napoli

Rufina Vignone
Dicembre 9, 2019

Il Milan conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato battendo 3-2 il Bologna di Sinisa Mihajlovic: grande ovazione per il tecnico tornato per la prima volta in panchina dopo il trapianto di midollo di fine ottobre (TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A - CLASSIFICA MARCATORI). Dobbiamo essere ancora più consapevoli e pensare che se giochiamo da squadra possiamo fare queste prestazioni. "Il Sassuolo l'ho visto molto bene oggi, sarà dunque una partita difficile".

Secondo le prime ricostruzioni rilanciate dall'Ansa, all'uscita del settore ospiti (che ha accolto centinaia di sostenitori della formazione rossonera, arrivati da tutta Italia) sarebbe infatti scoppiata una rissa fra tifosi milanisti per futili motivi e durante il deflusso ci sarebbe stato l'accoltellamento, sul quale sta già indagando la Polizia per chiarire la dinamica della vicenda. Ci crediamo di più. Il saluto con Mihajlovic? "Uscirà da questa gara con più fiducia".

Pioli parla poi dei singoli, iniziando da Piatek: "È stato un punto di riferimento fondamentale, ha vinto tanti duelli e ha fatto una partita importante per la squadra". All'inizio l'ho fatto partire troppo alto, non è da uno contro uno alto, deve avere campo per spaccare la partita. Per sessanta minuti è stato il miglior Milan della stagione, meglio la versione arrembante di quella che ha provato a gestire il doppio vantaggio. "Ma dobbiamo avere noi il predominio sulla partita per farlo esaltare". "Sottolineerei anche la giocata di Suso sul gol - ha proseguito -. Abbiamo giocatori all'altezza, è bello vedere tanti giocatori che provano ad andar sotto la linea avversaria anche quando è bassa".

Milan (4-3-3): Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer (70' Biglia), Bonaventura (78' Paquetà); Suso, Piatek, Calhanoglu (85' Castillejo). All.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE