Regina Elisabetta morta per un infarto. Ma è una Fake News

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 8, 2019

A convincere la Regina a compiere un passo decisivo e storico avranno contribuito anche le ultime vicende che hanno visto coinvolto un altro suo figlio, il Principe Andrea, nell'occhio del ciclone per i suoi rapporti con il defunto imprenditore Epstein e per le accuse di presunte molestie sessuali che gli sono piovute addosso.

Nella giornata di ieri, 3 dicembre 2019, si è diffusa una fake news sulla Regina Elisabetta.

Ora finalmente sembra giunto il suo momento: tra 18 mesi Carlo potrebbe subentrare alla madre Regina Elisabetta sul trono di Inghilterra. La regina non è morta. A tal punto la notizia era diventata virale che un portavoce di Buckingham Palace ha dovuto scrivere e rendere pubblico un comunicato in cui afferma che la Regina Elisabetta, in realtà, sta benissimo. Non c'è nulla da fare, la Royal Family ultimamente non riesce a trovare un attimo di pace.

L'hastag #TheQueen era diventato improvvisamente trend topic su twitter con 200 mila menzioni dopo questa notizia. "Vedo che abbiamo raggiunto quel periodo dell'anno in cui devo dissipare le voci sulla morte di Sua Maestà". Ovviamente era una fake news ed è dovuta intervenire una fonte vicina a Buckingham Palace per smentire la notizia, Charlie Proctor, Editor-in-chief del Royal Central. Il panico scatenatosi in rete è stato però repentinamente smentito dal Palazzo reale, non nuovo a questo genere di falsi pettegolezzi. E salda al suo trono.

Com'è nata la fake news sulla morte della Regina Elisabetta a causa di un attacco cardiaco? Un nuovo mistero aleggia sulla papabile salita al trono del principe Carlo, che, secondo altri fitti rumors, potrebbe ritrovarsi a diventare, per la prima volta nella storia della casata Windsor, un re senza consorte. Non è ancora giunta una conferma ufficiale, ma come riportato dal The Sun e dal Daily Stars, la regina Elisabetta dunque potrebbe dimettersi permettendo così al principe Carlo di salire al trono con il nome di Giorgio VII. Di sicuro, dunque, non verrà dimenticata facilmente: ci sarà qualcuno che riuscirà a superarla?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE