Gentiloni e gli altri commissari socialisti cantano "Bella Ciao" al Parlamento Ue

Bruno Cirelli
Dicembre 7, 2019

Fortuna che in molti sono accorsi a ricordarle quello che dovrebbe essere noto e assodato: "Bella Ciao è un inno partigiano, non centra nulla con il comunismo", scrive qualcuno.

"Questo -sottolinea parlando del Conte bis- è un governo in cui non c'è convergenza di vedute su nulla, è tenuto insieme solo dalla paura del consenso popolare e penso che avrà vita breve o almeno lo spero perché più è lunga la vita di questo governo più sarà messa male l'Italia".

Non è piaciuto alla destra italiana il video, diventato virale, che mostra il commissario europeo agli Affari economici Paolo Gentiloni mentre, con altri colleghi del gruppo dei socialisti e democratici europei, canta 'Bella Ciao' in Parlamento. Non e' un caso che i commissari che cantano sono tutti socialisti. Come riporta HuffingtonPost, Gentiloni ha rigettato le accuse del centrodestra, in particolare della leader di Fratelli D'Italia, Giorgia Meloni, che ha così definito la vicenda: "Commissari europei intonano 'Bella ciao'". Anche i commissari UE cantano 'Bella Ciao'. "Per me, un onore".

Questo il commento di Giorgia Meloni su Twitter: "Solo io reputo scandaloso questo ridicolo teatrino da parte delle più alte istituzioni europee?".

I nostri lettori ci chiedono verifica su un video pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale di Giorgia Meloni questa mattina, 4 dicembre, accompagnato dalla didascalia: "Unione Sovietica Europea". In particolare, il leader leghista ritiene che si tratti di uno "spettacolo indegno".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE