La Vanoni spiega: "Fumo per dormire"

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 6, 2019

"Dormivo malissimo, uno poi mi ha fatto fumare una canna e ho dormito".

"Vuoi vedere che questa è la mia medicina? - prosegue la cantante - Anche il mio psichiatra me lo ha consigliato, se la fa stare bene lo faccio tanto ormai è da 55 anni che lo faccio. Dovrò trovare delle badanti che rollano", dice l'artista. Un giorno è scattato qualcosa e mi sono detta: "Non è paura, è emozione".

Insomma tra gaffe in diretta tv e interviste senza filtri, la Vanoni non perde occasioni per far parlare di sé con aneddoti e storie che quasi rischiano di far passare in secondo piano le sue canzoni. Un'amica mi ha presentato una 'pastora' evangelica brasiliana. "Io prego Gesù, mi sta simpatico".

"Ho una testa libera ormai, completamente a mio agio con me stessa". Da anni non ho un compagno e non è male. La morte? Non ne ho paura: ho attraverso la tisi, la guerra, un sacco di cose. Avevo paura, dovevo cantare e speravo che accadesse qualcosa magari per avere la scusa di non andare a teatro. Sono contenta di aver raggiunto tutto questo. La cantante cita, poi, Vinicius de Moraes, il cantautore brasiliano con il quale collaborò insieme a Toquinho nel 1976: "La vita è l'arte dell'incontro, se non sei capace non incontrerai mai una persona che ti può cambiare la vita".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE