Conte: "Avanti a petto in fuori, siamo pronti a tenere botta"

Rufina Vignone
Dicembre 6, 2019

Affrontiamo le quattro partite che mancano alla sosta di Natale a petto in fuori: conosciamo i nostri pregi e sappiamo quali sono i nostri difetti. Lukaku? E' stato scelto dall'allenatore per un certo tipo di gioco. "E' giusto però si faccia delle domande sul perché non è all'Inter". La stiamo preparando nella giusta maniera, ci sarà da soffrire e dovremo reggere botta. Prima di lui, Spalletti ha fatto un buon lavoro, ma quella ferocia di Antonio - motivo per cui è stato preso da Marotta e Zhang - ti permette di ottenere tutto subito. E laggiù, la sosta di Natale: "Non c'è tempo per piangersi addosso - ha detto il tecnico nerazzurro -. Viviamo attualmente un momento di calcio business, deve rimanere uno sport che coltivi la cultura dei tifosi". Inutile dire che dobbiamo fare di necessità virtù.

"C'è da fare i complimenti a chi ha allestito l'organico". In quel momento non c'era l'Inter, è stata una mia sensazione, ho fatto alcune valutazioni e ho deciso di declinare la proposta.

"Conte può guardare a questa sfida, gli può riuscire ora all'Inter e sarebbe un'impresa eccezionale o quasi unica, con l'affermazione di una squadra che oggi è decisamente inferiore alla Juventus. Poi potremo rifiatare, recupereranno un bel po' di giocatori, cerchiamo di andare di partita in partita: mancano 4 gare importanti, vanno stretti i denti e incrociate le dita".

Su Asamoah e Candreva possibili soluzioni in mezzo al campo.

"Politano fa parte della rosa, quando sarà necessario lo utilizzerò". Cifre enormi, considerando che il cileno ha più di 30 anni.

Può farlo sia nella fase di non possesso che di possesso.

In estate infatti Francesco Totti, allora dirigente della società di Pallotta, aveva chiesto la disponibilità al tecnico pugliese di allenare la Roma, ma Conte declinò perché, nonostante ritenga la panchina romana molto allettante e stimolante, decise che non era ancora il momento per accettare un'esperienza così impegnativa soprattutto a livello ambientale. "Ho grande rispetto per lui: non avevo dubbi sul fatto che facesse bene a Cagliari".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE