PRIMOCANALE - Il Vaticano investe nelle società di Preziosi tramite un fondo maltese

Bruno Cirelli
Dicembre 4, 2019

I capitali del fondo di investimento internazionale Centurion Global Fund di Malta sono per almeno due terzi della Segreteria di Stato Vaticana che ha investito in varie società, fra cui Italian Independent di Lapo Elkann. Attraverso un fondo (Centurion Global Fund) con sede a La Valletta guidato da Enrico Crasso, 71 anni, un banchiere che per anni ha gestito la cassaforte del Vaticano. Un investimento di 6 milioni di euro per sottoscrivere il 25% di Italia Indipendent, la società di occhiali e prodotti lifestyle fondata da Lapo Elkann, e uno da 10 milioni, concluso il 30 settembre scorso, per rilevare il 14% di New Deal, società in cui il patron del Genoa, Enrico Preziosi, ha appena conferito l'11,7% della Giochi Preziosi.

Per questo ha ricevuto numerose lettere formali di ringraziamento dalla Segreteria di Stato e l' onorificenza della medaglia d' oro del Pontificato.

Quattro milioni di euro per finanziare l'ultimo film di Men in black e la biografia di Elton John. Da qualche mese, dentro le Mura vaticane, la sua stella si è appannata. Centurion ha appena deciso di versarne ancora. Azioni pagate 2,35 euro l'una contro l'attuale valutazione in Borsa di 1,7 euro. Per ora, un affare in perdita. È come se Centurion avesse comprato l'1,67% del gruppo dei giocattoli. Il bonifico arriva dalla svizzera Banca Zarattini, con una clausola nel contratto: "Il venditore (cioè Preziosi, ndr) si adopererà. per collocare in Borsa Giochi Preziosi entro il 31/12/2020 in modo da consentire alla società di beneficiare del ricavato del collocamento". E se poi in Borsa non ci andrà? A ottobre 2018 Centurion ha rilevato il 10% di Abbassalebollette, una startup che offre soluzioni via internet per risparmiare sulle bollette di luce e gas: 60 mila euro di giro d'affari nel 2018 e 39 mila di perdita. Circa 1,27 milioni. Se andasse male, in Vaticano potranno chiederne conto al presidente di Snam, Luca Dal Fabbro, che è ben introdotto nella Segreteria del Papa. A settembre la Segreteria di Stato Vaticana ha definito invece il dossier Preziosi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE