Pace fiscale, lunedì in cassa 1,8 milioni di contribuenti

Paterniano Del Favero
Dicembre 4, 2019

Ultimi giorni per pagare la rata in scadenza il prossimo 2 dicembre per tutti coloro che nei mesi scorsi hanno aderito alla. Si tratta dell'ultima chiamata per 1,8 milioni di contribuenti che dovrebbe portare nelle casse dello Stato almeno 1,2 miliardi di euro che si aggiungeranno agli 1,6 miliardi gia' incassati a luglio in occasione della prima rata della rottamazione-ter, per un gettito complessivo nel 2019 di 2,8 miliardi atteso dai due provvedimenti di definizione agevolata dei debiti iscritti a ruolo. La scadenza del 2 dicembre (il termine fissato al 30 novembre cade di sabato ed e' posticipato al lunedi' successivo) riguarda il pagamento della prima rata di circa 385 mila contribuenti che hanno aderito al "saldo e stralcio" e di circa 267 mila "ritardatari" della "rottamazione-ter", cioe' chi ha usufruito della riapertura dei termini fino al 31 luglio 2019 per presentare la domanda (la scadenza iniziale era fissata al 30 aprile 2019). Sono invece oltre 15 milioni le cartelle e avvisi che possono essere pagate in modo agevolato (11,4 per la rottamazione-ter e 4,2 per il saldo e stralcio). Il Decreto Fiscale ha previsto anche una sorta di "sanatoria": chi ha aderito alla "rottamazione-ter entro la scadenza senza saldare la prima rata a fine luglio può mettersi in regola entro il 2 dicembre saldando prima e seconda rata insieme".

Il mancato, insufficiente o tardivo pagamento anche di una sola rata determina l'inefficacia dell'agevolazione: il debito non potrà più essere rateizzato e l'Agente della riscossione dovrà riprendere le operazioni di recupero.

È possibile pagare le rate del "saldo e stralcio" e della "rottamazione-ter" presso la propria banca, agli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento Cbill, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it e con l'App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa oppure direttamente agli sportelli. Sul portale agenziaentrateriscossione.gov.it sono attivi i servizi online per richiedere la copia della "Comunicazione delle somme dovute" con i relativi bollettini e per scegliere le cartelle/avvisi che si intendono effettivamente pagare in via agevolata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE